CHAMPAGNE, ESCLUSIVE

Gioca l’Asso di Picche

Sfacciatamente lussuoso e spudoratamente opulento, la discrezione non è nelle corde dello champagne Brut Gold Armand de Brignac, alias Ace of Spades, oggi più che mai ambito e ricercato.

D’altro canto, reso celebre in tutto il mondo dal rapper Jay Z, azionista della maison, il rilucente e opulento Asso di Picche è il frutto di una cuvée di prestigio, blend di Pinot Nero (40%), Chardonnay (40%) e Pinot Meunier (20%) delle annate 2012, 2013 e 2014.

Sotto il brilluccicante vestito di alluminio dorato rifinito a mano che avvolge il vetro, impreziosito da quattro etichette in peltro, un nettare che ha riposato almeno tre anni sui lieviti e da tre a sei mesi in bottiglia dopo la sboccatura.

Al naso emergono subito gli aromi di pesca, albicocca e bacche rosse, seguiti da note di agrumi cristallizzati, fiori d’arancio e sentori di brioche. Al palato si palesano ciliegie, frutta esotica e un tocco di limone, e poi vaniglia e miele.

Morbido e cremoso, con una punta di tostato, Brut Gold viene invecchiato per un anno in botti di rovere francese. È ideale come aperitivo e si abbina magnificamente a capesante scottate, quaglie arrosto e pesce d’acqua dolce.

Ciliegina sulla torta, e ulteriore contributo al suo mito, l’Asso di Picche non solo è disponibile nei formati da 750 ml a 15 litri, ma anche nello spropositato Midas da 30 litri. A buon diritto è fra le bollicine da sogno.

wpChatIcon
Scroll Up