ESCLUSIVE, SPIRITINOBILI

Immancabile Angostura

Il tappo giallo e l’inconfondibile etichetta sovradimensionata sono il suo marchio di fabbrica: Angostura Aromatic Bitter è l’Aroma con la “A” maiuscola, la marcia in più per cocktail e cibi saporiti.

Si dice che un mobile bar senza Angostura sia come una cucina senza sale e pepe. Di fatto, aggiunge uno strato di complessità, intensifica il sapore degli altri ingredienti, contrasta l’asprezza dei contenuti acidi e riduce l’impatto alcolico dei liquori.

E poi, pulisce il palato e aiuta la digestione. Tant’è vero che in origine, ideato dal chirurgo Johann Siegert, veniva impiegato come elisir medicale per i soldati dell’esercito venezuelano di Simón Bolívar.

Una storia lunga quasi 200 anni, quella dell’amaro aromatico che, nato nel 1824, ha conquistato i bartender di ogni latitudine. Al naso è un profluvio di note fruttate, profumi erbacei e speziati, che in bocca si amplificano meravigliosamente.

Chiunque abbia assaggiato un Old Fashioned, un Manhattan, un Pink Gin o un Mai Tai ha potuto gustare e deliziarsi degli aromi e i sapori dell’immancabile Angostura. Che peraltro, proprio perché centellinato, rappresenta un apporto alcolico pressoché insignificante.

wpChatIcon
Scroll Up