BIANCHI&ROSSI, ESCLUSIVE

Australiani in pole

La grande novità di novembre è un quintetto di favolosi vini australiani, tre rossi e due bianchi, tutti straordinari per intensità e freschezza.

Chardonnay Voodoo Child Clare Valley di Claymore Wines è sorprendente come la bambola vudù in etichetta. Al naso è floreale, con note di kiwi e papaia e una mineralità che sfuma con un pizzico di vaniglia, mentre in bocca è cremoso: spicca la scorza di mandarino e con essa un’acidità gradevolissima e persistente esaltata dal rovere. Ecumenico.

LSD Lagrein, Shiraz, Durif 2016 di St. John’s Road è un interessantissimo mix delle tre uve. Vanta un colore molto profondo e aromi legnosi; il sapore è audace e il corpo è da peso massimo. Intrigante.

Motley Bunch 2016 di St. John’s Road è frutto di un uvaggio tipico della Barossa Valley: Grenache, Mataro e Shiraz. I frutti di bosco, le spezie dolci e un tocco di terra si offrono all’olfatto, mentre al palato prugne e lamponi si alternano alla torba affumicata e ai toni speziati. Avvolgente.

Bricolage Blanc 2015 di Topper’s Mountain combina Chardonnay, che apporta corpo e struttura al blend, Sauvignon Blanc e Gewurztraminer, responsabili degli aromi e dei sapori complessi, e Petit Manseng, che aggiunge una vivace acidità fornendo freschezza e una spinta in più nel finale. Vigoroso.

Bricolage Rouge 2012 di Topper’s Mountain è un assemblaggio contenente il 60% di Tempranillo, che apporta la verve e il sapore dei frutti rossi maturi, il 15% rispettivamene di Nebbiolo e di Tannat, cui si deve la spina dorsale del vino, e il 10% di Barbera che dona ulteriore freschezza. Inebriante.

wpChatIcon
Scroll Up